HOME

EMAIL
HOME
NUOVO
CORE ENERGETICA
CON
SILVIA RISSONE GATTI
NEW
CORE ENERGETICS
WITH SILVIA RISSONE GATTI
INFORMAZIONI
GALLERIA
PROGRAMMA
Prossime esposizioni:
 
ANGOLO COMMERCIALE
ESPOSIZIONI PASSATE:
DINA MORETTI 2015
TOMMASO SANTUCCI
2015
GIOVANNI ZGRAGGEN
2014
DIANA WILD  2014
OPEN GALLERY
6 LUGLIO 2014
TEATRO CON-CRETA 2014
MARCELLO TOGNI 2013
ANNA SALA 2013
EVA ANTONINI 2012
IMRE REINER 2012
MARISA ALTEPOST 2011

EVA ANTONINI 2011

VINCENZO ALTEPOST 2011
SILLI TOGNI 2010
PIETRO SALATI 2010
GIULIANO TOGNI 2008
FIORENZA CASANOVA 2008
CORNELIA FORSTER 2007
LUIGI TADDEI 2007
MARIO AGLIATI 2006

GRYTZKO MASCIONI 2006


EMILIO RISSONE 2006
EMILIO RISSONE 2005
FREDI SCHAFROTH 2005
JEAN MARC BUEHLER 2005

MARCO PIFFARETTI 2005
GIANNI GIANELLA 2004
RAFFAELLO OSSOLA 2004
EMILIO RISSONE 2004
FELICE FILIPPINI 2004
HANS BRUN 2003
CORNELIA FORSTER 2003
MANIFESTI SVIZZERI 2003
EMILIO RISSONE 2002
 
LINK D'ARTE

Pietro Salati
Espone:
“Equilibri e Contrasti”

Alla prossima immagine
Zum nächsten Bild
To the next picture
À la prochaine image

To the next picture - Zum nächsten Bild - Alla prossima immagine - À la prochaine image

Considerato il grande successo riscontrato,
domenica 31 gennaio 2010 viene riaperta la mostra dedicata a
PIETRO SALATI.
L'attuale esposizione
è stata rivisitata
quasi completamente.
In particolare sono presenti
diverse nuove opere,
tra cui alcune
mai presentate prima
al pubblico.
Durata
dell'esposizione:
sino a domenica
21 febbraio 2010
BIOGRAPHY
SITEMAP
LISTINO PREZZI
ESPOSIZIONE
PIETRO SALATI
2009
La galleria é aperta
domenica e giovedì
dalle 14.30 alle 18.30
 e su appuntamento

Pietro Salati alla galleria d’arte Sestante di Viganello

A trentaquattro anni dalla scomparsa dell’artista e dopo circa trenta dalle ultime, importanti esposizioni postume a lui dedicate (nel 1975 la mostra dei suoi ultimi quadri a Mantova nella casa del Tè, nel 1977 una retrospettiva completa alla Villa Malpensata di Lugano e nel 1981 una personale nel Nuovo Centro Scolastico di Viganello), alla galleria d’Arte Sestante, sempre a Viganello, è prevista dal 3 ottobre al 6 dicembre 2009 l’esposizione di una trentina di quadri di Pietro Salati, oltre ad altrettanti disegni. La presentazione è affidata a Eros Bellinelli.

Malgrado siano trascorsi tanti anni le opere di Salati non hanno perso la loro forza. Due sono i fili conduttori di questa esposizione, come lascia intendere il suo titolo:equilibri e contrasti”.

Da una parte spicca infatti l’equilibrio tra esseri viventi e natura dove nessuno sovrasta l’altro e a ciascuno è data uguale forza e vigore per esempio tramite l’uso del colore, dell’espressione di chi o cosa è raffigurato, oppure ancora per l’equa condivisione dello spazio. Bene lo si nota in “Uomini e cavalli”, olio dipinto attorno al 1945, ove persone nude e senza volto, prive dell’arroganza della superiorità della razza umana, e cavalli possenti e docili allo stesso tempo, pare danzino un rituale tribale che li riporta entrambi alla terra che li amalgama, accettandoli come pari, in un unico colore di fondo. Così si può dire di "La contadina con la gerla” o “Il ragazzo delle capre/Il sole sull’alpe” eseguiti nell’anno 1968. Nel primo di essi, in un grande spazio occupato da terra e cielo, tre galline si burlano della contadina; nel secondo il ragazzo delle capre (uomo e capre sono dipinti con gli stessi colori vividi) interloquisce con un sole rosso acceso, Ritroviamo i due elementi fondamentali in perfetto equilibrio tra loro.

Dall’altra, quella dei contrasti, è evidente in tutte queste opere la forza attiva propria data agli esseri viventi e alla natura, l’espressione e l’energia che fluisce dalla raffigurazione e dalla riflessione che ne scaturisce. Riconosciamo il pensiero intimo dell’artista rivolto alla ricerca d’emozioni, di valori morali, di agi e disagi, del fermento della vita come manifestazione del mondo spirituale e affettivo della collettività. A titolo d’esempio prendiamo i cavalli di Salati, così riconoscibili soprattutto per le posture colme di significato e in cui, prepotente, si manifesta il contrasto tra un colore di fondo deciso e di forte impatto e la dolcezza degli animali che comunicano con chi li osserva. 

In altri lavori si percepiscono chiaramente momenti di solitudine e di silenzio che si frazionano pacificamente lo spazio del quadro con un vivace movimento nel quale si nota sia la gioia della vita sia la sua drammaticità: le pannocchie dolci dipinte tra i rovi; una barca in secca davanti a un mare irrequieto e nervoso; l’estate esuberante e carica di colori che impazzano sulla tela a sfondo verde, estate rappresentata da giovane e consapevole donna, che con l’espressione e l’atteggiamento contiene tale esuberanza ma al tempo stesso vi partecipa con amorevole compiacimento, diventandone complice.

In altre parole questi dipinti e disegni di Salati lasciano trapelare la personalità del loro autore: forte, virile, innamorato della vita di cui cerca di carpire il meglio, godendolo non in maniera leggera, bensì con la consapevolezza del rovescio della medaglia. Vita che oscilla in un balletto certamente non prevedibile e perciò tanto interessante e degno di essere vissuto. Come ha fatto sempre Pietro Salati. 

Silvia Rissone Gatti e Andrea Salati

 

004191 971 40 42
info@galleria-sestante.ch 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Galleria d'arte Sestante